Iscriviti al sito ! Da oggi potrai ricevere le Newsletter tecniche di A.I.A.
Vai all'iscrizione
Lingua: Italiano English


Home page Aia Home page Aia
Logo Aia Logo Aia Logo Aia

06/12/2017
Il Piemonte "cantiere aperto" della zootecnia

In tema di allevamento bovino da carne d’eccellenza l’esperienza piemontese costituisce senza ombra di dubbio un caso a sé: anche per questo motivo, ha assunto una particolare importanza il secondo della serie di incontri “Bovino da carne: allevare in salute “, tenutosi lunedì 4 dicembre 2017 a Fossano, in provincia di Cuneo. Il “Meeting “, organizzato dall’Associazione Italiana Allevatori, in collaborazione con Arap, Anaborapi, Asprocarne e Coalvi, patrocinato dalla Regione Piemonte e con il supporto di Msd Animal Health , è stato utile innanzitutto a tracciare lo stato presente e futuro dell’utilizzo di antibiotici in allevamento, oltreché ad affrontare tutta una serie di argomenti di stretto interesse tecnico ed economico, a partire dall’efficienza gestionale nell’allevamento zootecnico fino agli aspetti legati alla selezione nel bovino da carne. L’esperienza regionale – è emerso - costituisce un esempio evidente di crescita costante e continua del settore, trainato dalla razza autoctona “regina”, la Piemontese. Una razza che – è stato tra l’altro ricordato – rappresenta la più numerosa in termini di consistenze fra quelle ad attitudine carne allevate nel nostro Paese e che ha fatto della qualità e riconoscibilità associata al legame con il territorio e la tradizione d’allevamento uno dei suoi punti di forza. Dopo il Veneto, quindi, significativo il passaggio in Piemonte: la platea, composta in gran numero da allevatori e tecnici, ha assistito alle testimonianze in prima persona degli allevatori locali, in primis  il presidente dell’Arap Roberto Chialva che ha introdotto i lavori, e dei relatori, a partire dal prof. Roberto Villa dell’Università degli Studi di Milano, che ha tracciato il quadro normativo attuale inerente l’utilizzo degli antibiotici in allevamento, proiettando anche la sua analisi sulle prospettive future del comparto. Il tema dell’uso dei farmaci nell’allevamento da carne è stato sviluppato poi da Sergio Bormida, medico veterinario libero professionista, che ha tra l’altro riportato la sua esperienza “di campo” fornendo anche utili consigli sull’approccio corretto a tali pratiche. Pratiche che si interfacciano strettamente con gli aspetti di carattere economico-gestionale dell’allevamento bovino da carne, argomento al centro della relazione di Enrico Sturaro, ricercatore dell’Università degli Studi di Padova. Un ruolo centrale, nel sistema della zootecnia da carne piemontese, è quello dell’Associazione Regionale Allevatori del Piemonte: l’impegno passato, presente e futuro dell’Arap è stato evidenziato nell’intervento della consulente Alessandra Tropini. Ultimo, ma non meno importante, il contributo di Andrea Quaglino, direttore dell’Anaborapi, che ha relazionato sui nuovi obiettivi di selezione della razza bovina Piemontese, nell’ambito del Progetto I-Beef , a testimonianza dell’incessante lavoro legato al miglioramento genetico anche nel settore bovino da carne. L’incontro, moderato dal vicepresidente A.I.A. Claudio Destro, è stato concluso dall’intervento dell’assessore all’Agricoltura, Caccia e Pesca della Regione Piemonte Giorgio Ferrero, che ha tra l’altro riconosciuto il ruolo e la vitalità del Sistema Allevatori piemontese e le sue positive sinergie con le associazioni dei produttori della carne bovina locale e con il consorzio che tutela la razza Piemontese, rappresentati all’incontro di Fossano da Asprocarne e Coalvi, lodando anche lo sforzo costruttivo fatto da Arap e A.I.A. in occasione della riorganizzazione a livello regionale, considerata la diversità e complessità dei sistemi zootecnici delle varie province. Tra i presenti nella sala gremita da circa 160 partecipanti, anche l’onorevole Mino Taricco ed i rappresentanti di Coldiretti, il delegato confederale Bruno Rivarossa ed direttore della federazione cuneese Tino Arosio. Per il Comune di Fossano è intervenuta l’assessore alle Politiche del lavoro, dell’Edilizia sociale, alle Attività Produttive e all’Agricoltura Cristina Ballario (Foto C.D. e Ara Piemonte ).


 

Meteo



l'Allevatore - ultimo numero

Qualità Piemontese
" Qualità Piemontese
Siamo i custodi del Creato..."
...leggi