Lingua: Italiano English


Home page Aia Home page Aia
Logo Aia Logo Aia Logo Aia

17/04/2018
Temi d'attualità a Noci

Tra gli appuntamenti zootecnici primaverili la Mostra Bovina Interregionale del Centro Sud che si è tenuta presso il Foro Boario di Noci, in provincia di Bari, da venerdì 13 a domenica 15 aprile 2018, è uno dei più tradizionali e consente agli allevatori locali di esporre e mettere a confronto il meglio della selezione bovina da latte pugliese e delle regioni limitrofe. Un’ottima vetrina, quindi, per le razze bovine da latte Bruna e Frisona Italiana, con capi giovani ed adulti iscritti ai Libri Genealogici tenuti rispettivamente dall’Anarb e dall’Anafi, che hanno sfilato e sono state valutate dai Giudici nell’arco della “tre giorni” nocese. Una manifestazione che ha consentito anche ai numerosi visitatori di apprezzare una ricca vetrina delle razze e specie di interesse zootecnico allevate in Puglia. Spazio riservato anche a Gare e Concorsi che hanno visto coinvolti i giovani dei  “club ” sia della razza Bruna (Bruna Junior Club) che della Frisona Italiana (Agafi). Nel ricco programma anche gli incontri didattici, con la Gara di valutazione morfologica riservata agli studenti degli istituti Agrari e le dimostrazioni di mungitura e trasformazione del latte. La sera della giornata di apertura ha ospitato anche un interessante Convegno, organizzato dall’Ara pugliese e da A.I.A., sul tema “Gestione dello stress nella bovina da latte ”. Al tavolo dei relatori si sono alternati, oltre al presidente dell’Ara Pietro Laterza, che ha colto tra l’altro l’occasione per sottolineare la valenza dell’allevamento bovino da latte regionale, con le sue produzioni di eccellenza che costituiscono l’avamposto presso i consumatori del “made in Italy ” agroalimentare mediterraneo che gli allevatori sono chiamati a difendere dai numerosi attacchi e dalle contraffazioni, il professor Pasquale De Palo, del Dipartimento di Medicina Veterinaria dell’Università di Bari, Alessia Tondo, dell’Ufficio Ricerca e Sviluppo A.I.A., Matteo Boggian, responsabile zootecnico dell’azienda Maccarese S.p.a., e Claudio Destro, vicepresidente dell’Associazione Italiana Allevatori. In particolare Destro ha rimarcato l’attualità ed importanza degli argomenti legati al tema del Convegno, in rapporto al dibattito sui cambiamenti climatici, sulla sostenibilità ambientale dell’attività d’allevamento, sul benessere degli animali in stalla e sulla qualità delle produzioni. “Temi generali quali gli effetti del cambiamento del clima – ha detto – impongono agli allevatori italiani di mettere in atto tecniche sempre più affinate per migliorare il benessere delle bovine in produzione lattiera. Alcune soluzioni adottate nelle nostre aziende, quali quelle riguardanti il raffrescamento e la corretta ventilazione in stalla, sono una risposta concreta. Con il disciplinare sugli ‘Allevamenti del benessere’, certificati dall’Associazione Italiana Allevatori, abbiamo oggi uno strumento in più, oltre al valore multifunzionale della gran massa dei dati prodotti con l’attività di controllo della produttività animale”.


 

Meteo



l'Allevatore - ultimo numero

Qualità Piemontese
" Qualità Piemontese
Siamo i custodi del Creato..."
...leggi