Lingua: Italiano English


Home page Aia Home page Aia
Logo Aia

  16/09/2020
Ara Puglia a confronto con gli interlocutori istituzionali

In vista dell’imminente competizione elettorale per il rinnovo del Consiglio Regionale della Puglia, l’ARA ha aperto le porte ai candidati che si sono voluti confrontare sui temi che riguardano il settore zootecnico e le sue prospettive future in una Regione che ha interi territori nei quali l’allevamento e l’indotto della trasformazione contribuiscono fortemente all’economia complessiva così come, d’altra parte, ha intere aree a rischio spopolamento dove la reintroduzione di una zootecnia da reddito potrebbe contribuire ad evitare la desertificazione e salvaguardare territorio ed ecosistemi. Ai candidati intervenuti sia nella sede regionale di Putignano che nelle sedi provinciali dell’Associazione è stato consegnato un documento con il quale la Giunta dell’ARA ha inteso riassumere in 9 punti le questioni più importanti sulle quali si chiede al prossimo Governo Regionale di concentrare la sua azione, con riguardo appunto al settore zootecnico. “Il documento non è ovviamente esaustivo delle varie problematiche che attanagliano il settore a livello regionale” riferisce il presidente di ARA Puglia Pietro Laterza, “ma abbiamo inteso privilegiare quei punti a nostro avviso di facile attuazione e che possono in tempi relativamente brevi avere una immediata ricaduta sulle attività e sulla economia zootecnica della nostra Regione, ferma restando la necessità che la Regione si doti per il settore di una progettualità di lungo respiro in grado di dare certezze soprattutto ai giovani che, sempre con maggiore interesse, stanno legando il loro futuro all’attività di allevamento del bestiame. In estrema sintesi, i punti evidenziati vanno dalla istituzione di un Ufficio zootecnico nell’ambito dell’Assessorato alle Risorse Agroalimentari che abbia al suo interno idonee competenze, alla modifica dell’attuale PSR con la introduzione della misura sul benessere animale, alla valorizzazione del ruolo delle aziende zootecniche come ‘Custodi’ del territorio, alla valorizzazione delle produzioni zootecniche di qualità, alla necessaria revisione delle norme regionali che attualmente riguardano il settore e alla richiesta di applicazione di leggi a favore della zootecnia di fatto già deliberate dal Consiglio Regionale ma mai applicate, come la legge sullo smaltimento delle carcasse animali. Tutti i candidati che sono stati finora nostri ospiti – conclude Laterza – hanno sottoscritto per adesione il documento, definendolo non il classico ‘libro dei sogni’, bensì un documento frutto di una attenta e seria riflessione sulle urgenze fondamentali sulle quali orientare prioritariamente i futuri interventi regionali, riconoscendo altresì all’ARA l’importante ruolo di elemento propulsivo per lo sviluppo e la modernizzazione del settore zootecnico pugliese” (Comunicato stampa ARA Puglia; nel documento sottostante in pdf i punti sottoposti all’attenzione dei candidati regionali. Nella foto, da sinistra, il direttore Giorgio Donnini ed il presidente Pietro Laterza durante uno degli incontri presso una delle sedi dell’Associazione ).



Documento


 


Progetto LEO

ProgettoLEO

Inno4Grass

Inno4Grass
Adempimenti ai sensi della legge n. 124/2017
Finanziamenti

Farm to Fork: iscrizioni aperte

FarmtoFork

Adempimenti ai sensi della legge n. 124/2017
Finanziamenti

"Agra Press" intervista il Presidente A.I.A.

"Agra Press" intervista il Presidente A.I.A.