Lingua: Italiano English


Home page Aia Home page Aia
Logo Aia

  11/09/2019
Incontro di formazione per tecnici e controllori zootecnici dell’Emilia-Romagna

Organizzato dall’Associazione Regionale Allevatori dell’Emilia-Romagna (Araer) si è tenuto, nella mattinata di lunedì 9 settembre 2019 a Bologna, un importante momento formativo ed informativo che ha coinvolto principalmente tutto il personale Ara attivo sul territorio, in una regione che esprime una zootecnia di altissima qualità ed è ai vertici a livello nazionale per genetica e specializzazione, soprattutto nell’allevamento bovino da latte. Tra i relatori, il presidente dell’Associazione Regionale Allevatori dell’Emilia-Romagna, Maurizio Garlappi, il direttore generale dell’Associazione Italiana Allevatori-A.I.A., Roberto Maddé, ed il direttore dell’Araer, Claudio Bovo, quest’ultimo per quanto riguarda gli aspetti più propriamente organizzativi inerenti il nuovo Protocollo di intesa siglato da A.I.A. ed Ara con il Consorzio del Parmigiano Reggiano. “Oggi – ha spiegato tra l’altro nella sua presentazione il presidente Araer Maurizio Garlappi – parliamo principalmente della filiera del Parmigiano Reggiano non solo perché questo prodotto continua ad essere il ‘re dei formaggi’ ed una punta d’orgoglio per gli allevatori della regione e per tutto il Sistema-Paese, con i suoi numeri da record e la sua funzione di ‘traino’ del nostro export  agroalimentare pure per altre produzioni. Ma anche perché produrre questa eccellenza presuppone a monte, negli allevamenti, un’attenzione alla qualità assoluta, al benessere degli animali ed alla sostenibilità ambientale che sono i ‘plus ’ di valore che i consumatori attualmente ci chiedono”. “Potenzialità dell’attività di controllo negli allevamenti, attenzione al benessere animale, alla eticità delle produzioni ed all’ecosostenibilità del lavoro in zootecnia – ha affermato da parte sua il direttore generale A.I.A., Roberto Maddé – sono concetti pienamente acquisiti nel nostro Sistema allevatoriale. Riteniamo comunque fondamentale, in un’ottica di informazione e formazione continua degli operatori e dei consumatori, rimarcare il ruolo e l’efficacia dei nostri controlli anche per prepararci alle prossime sfide che riguardano, ad esempio, le azioni finalizzate alla riduzione dell’uso di antibiotici negli allevamenti, all’introduzione dell’asciutta selettiva, ai nuovi servizi messi in campo per garantire sempre più l’efficienza aziendale ed il reddito degli allevatori”.


 


Inno4Grass

Inno4Grass

Farmers 3.0


Farmers

AIA partecipa al consorzio EIT

eitfood
Adempimenti ai sensi della legge n. 124/2017
Finanziamenti

Petizione stop cibo anonimo

StopCiboAnonimo