Lingua: Italiano English


Home page Aia Home page Aia
Logo Aia

  03/12/2019
“Sala stampa”: agricoltura e zootecnia su quotidiani, periodici, web ed agenzie – a cura di Camillo Mammarella

Nella Città dei Sassi, nel 2019 Capitale europea della Cultura, grande attrattiva dalla “Stalla-Presepe”, dalle prove di caseificazione e dal racconto della zootecnia sostenibile – Nella serata di domenica 1° dicembre 2019, in un ambiente magico nel panorama di Matera con le luci notturne accese sulla ”Città dei Sassi”, in quest’anno che sta per concludersi proclamata Capitale europea della Cultura, si è chiusa con grande successo (stimate in circa 200 mila le presenze) la tre giorni del Villaggio Contadino di Coldiretti. All’interno del “Villaggio”, grande attrattiva hanno riscosso la “Fattoria degli Animali” (una piccola ma suggestiva “Stalla-Presepe” incastonata tra le abitazioni nel centro storico materano, sotto Piazza del Sedile, sede del locale Conservatorio) e le attività di laboratorio organizzate con la collaborazione di A.I.A. e del Sistema Allevatori, in particolare lucano, con la realizzazione di prove di caseificazione ed il racconto della zootecnia di Basilicata e del Mezzogiorno, dai suoi albori storici all’oggi, con la biodiversità e l’allevamento nazionale simboli di sostenibilità e distintività delle produzioni di derivazione zootecnica. Sempre viva e attenta la partecipazione dei media , sia social , che televisivi e della carta stampata. Le iniziative di A.I.A. e del Sistema Allevatori, Ara della Basilicata in testa, sono stati riprese con lanci speciali (anche su versione web ) sull’Agenzia “Agra Press “ (diretta da Letizia Martirano) numero 336 di venerdì 29 novembre 2019 (lancio n. 9600), riportanti le dichiarazioni del presidente dell’Associazione Italiana Allevatori, Roberto Nocentini, e del direttore generale Roberto Maddé, intervenuti nelle giornate al “Villaggio”. I cinque comunicati stampa sulle diverse iniziative realizzate dal Sistema Allevatori a Matera sono stati riportati integralmente anche sulle edizioni web  de “il Portale del Cavallo “ (direttore responsabile Giovanni Origgi). Tutte le testate quotidiane locali e i Tg  hanno parlato del grande successo come area più “gettonata” nell’ambito del Villaggio Contadino Coldiretti riferita alla fattoria degli animali.

Una realtà con circa mille imprese agrozootecniche della Basilicata si sta muovendo per promuovere le eccellenze regionali – Il Villaggio Contadino di Coldiretti a Matera ha costituito anche l’occasione per fare il punto sull’avanzamento del progetto del marchio ”Io sono lucano”, promosso dall’Organizzazione professionale agricola regionale e che vede coinvolte circa mille imprese agrozootecniche della Basilicata impegnate a promuovere le eccellenze della regione, tra le quali anche carni e lattiero—caseari. Ne ha parlato anche - nel giorno dell’incontro di presentazione avvenuto a Matera nell’ambito del Villaggio Contadino, nel nuovo mercato coperto di Campagna Amica - il quotidiano locale “Le Cronache lucane “, a pagina 9 di venerdì 29 novembre 2019. La conferenza stampa di presentazione del marchio collettivo – scrive la testata lucana – è stata partecipata, tra gli altri, dal presidente della cooperativa “Nuova Aurora” (realtà che ha dato vita a “Io sono lucano”), Francesco Perillo, dal vicepresidente Nunzio Di Mauro e dai vertici della Coldiretti di Matera e Potenza. Altro pezzo sull’argomento anche su “La Nuova del Sud “, edizione Basilicata, a pagina 10.

Qualcosa si muove in materia di fauna selvatica: il caso dell’Umbria – Dopo la grande manifestazione di Coldiretti qualche settimana fa davanti a Montecitorio, cui hanno aderito anche rappresentanti di A.I.A. e del Sistema Allevatori, qualcosa si sta muovendo in termini di risposte di amministrazioni regionali in materia di gestione della fauna selvatica, in particolare ungulati come i cinghiali. E’ quanto emerge da una breve notizia sul quotidiano “La Nazione “ (edizione Umbria) a pagina 10 di oggi, martedì 3 dicembre 2019, che titola “Emergenza cinghiali. ‘Segnali dal Palazzo’ “. Si tratta di alcune dichiarazioni di Coldiretti Umbria: “E’ positivo l’interessamento e l’impegno manifestato dai nuovi assessori regionali Roberto Morroni ed Enrico Melasecche, competenti su agricoltura e sicurezza stradale, riguardo all’urgenza di azioni tese al controllo e alla limitazione della fauna selvatica, in particolare dei cinghiali”. La proliferazione di questi ungulati, in primis  - ricorda l’Organizzazione professionale agricola umbra – pesa in maniera grave da molto tempo sull’attività delle imprese agricole, oltre ad esser diventata una vera emergenza per la sicurezza dei cittadini.


 


Inno4Grass

Inno4Grass

Farmers 3.0


Farmers

AIA partecipa al consorzio EIT

eitfood
Adempimenti ai sensi della legge n. 124/2017
Finanziamenti

Petizione stop cibo anonimo

StopCiboAnonimo