Lingua: Italiano English


Home page Aia Home page Aia
Logo Aia

  31/07/2020
“Sala stampa”: zootecnia, agricoltura e cibo su quotidiani, periodici, web ed agenzie – a cura di Camillo Mammarella

Il Sistema allevatoriale nazionale lavora per la sicurezza alimentare in un mondo più sostenibile – Giovedì 30 luglio si è tenuta l’Assemblea generale ordinaria dell’Associazione Italiana Allevatori, dalla nuova sede di Roma e con collegamento in videoconferenza con i Presidenti delle Associate regionali e provinciali. Nel corso dell’assise, tra gli altri adempimenti, è stato approvato il Bilancio Sociale 2019, illustrato dal presidente A.I.A., Roberto Nocentini. I lavori assembleari sono stati coordinati dal direttore generale Roberto Maddé. Il comunicato stampa diramato dall’Associazione è stato riportato pressoché integralmente dall’Agenzia “Agra Press “ numero 194 di ieri, giovedì 30 marzo 2020, lancio n. 7362 titolato “Assemblea A.I.A., Sistema Allevatori garantisce sicurezza alimentare in un mondo più sostenibile “. Nel pezzo, oltre ai contenuti dell’intervento del presidente Nocentini, si citano i contributi dell’amministratore unico del Dqa (Dipartimento Qualità Agroalimentare), prof. Oliviero Olivieri, dei presidenti di Ara Roberto Chialva (Piemonte), Renzo Livoni (Friuli-Venezia Giulia), Floriano De Franceschi (Veneto), Maurizio Garlappi (Emilia-Romagna), Pietro Laterza (Puglia) e Palmino Ferramosca (Basilicata). All’Assemblea è intervenuto anche Germano Pè, presidente del Consorzio Bov. Lo stato di avanzamento del Progetto “Leo” è stato illustrato da Riccardo Negrini, direttore tecnico dell’Associazione Italiana Allevatori.

Nemmeno la pandemia ha posto un freno alle “agrofurbate” – Un breve pezzo sul quotidiano romano “Il Tempo “ di oggi, venerdì 31 luglio 2020, a pagina 11, titola ”Nemmeno la pandemia ha fermato gli ‘agrofurbi’ “. Si parla di un’analisi dell’associazione ambientalista Fareambiente, condotta in collaborazione con le Forze di Polizia, il Rac, i Nas e la Guardia di Finanza, che hanno stilato il report  riferito all’ultimo anno sulle frodi agroalimentari. “Nemmeno il lockdown  ha fermato il mercato delle frodi agroalimentari – ha dichiarato il presidente di Fareambiente, Vincenzo Pepe - . Dagli illeciti agroalimentari possiamo e dobbiamo difenderci leggendo le etichette, chiedendo ai ristoranti la provenienza dei prodotti e prestando attenzione agli acquisti online , senza lasciarsi abbindolare dai prezzi“. Il Rapporto sulle frodi agroalimentari in Italia 2020 – prosegue “Il Tempo “ – ha analizzato non solo i danni che ha subìto l’economia nazionale a causa degli “agrofurbi”, ma anche delle forti ripercussioni che il Sistema Italia ha subìto a causa del Covid, anche in termini di acquisti (seguono i dati percentuali). Il pezzo si conclude con le rilevazioni del Rac (Reparto Anticontraffazioni dei Carabinieri) che ha riscontrato come la regione italiana leader  negli illeciti agroalimentari nel 2019 sia stata l’Umbria, seguìta da Emilia-Romagna e Campania.

Convertito il progetto di normativa della Regione emiliano-romagnola con contributi integrativi per l’agricoltura – Sul quotidiano locale “Corriere Romagna “ (edizione di Ravenna, Faenza-Lugo e Imola) di oggi, venerdì 31 luglio 2020, a pagina 35, un commento di Nicola Bertinelli, presidente dei coltivatori diretti emiliano-romagnoli, alla notizia della conversione del progetto di normativa della Regione Emilia-Romagna che ha previsto contributi integrativi per il settore primario. Il pezzo, da Imola, inizia con queste dichiarazioni di Bertinelli: “L’agricoltura sta attraversando un periodo di difficoltà del tutto fuori dall’ordinario, erano necessarie misure straordinarie per aiutarla, le abbiamo chieste e stanno arrivando”. Tra le misure, oltre ai contributi integrativi che sostengono i progetti di filiera previsti dal Psr 2014-2020, una liquidità straordinaria di 2.000 euro per gli agriturismi e di 1.000 euro per le fattorie didattiche. Un milione e mezzo andrà al bieticolo-saccarifero ed altrettanto per l’introduzione di sistemi di sicurezza e protezione delle attrezzature e delle macchine agricole presenti in azienda; previsti inoltre fondi per il contributo al miglioramento genetico del bestiame.


 


Progetto LEO

ProgettoLEO

Inno4Grass

Inno4Grass
Adempimenti ai sensi della legge n. 124/2017
Finanziamenti

Farm to Fork: iscrizioni aperte

FarmtoFork

Adempimenti ai sensi della legge n. 124/2017
Finanziamenti

"Agra Press" intervista il Presidente A.I.A.

"Agra Press" intervista il Presidente A.I.A.