Iscriviti al sito ! Da oggi potrai ricevere le Newsletter tecniche di A.I.A.
Vai all'iscrizione
Lingua: Italiano English


Home page Aia Home page Aia
Logo Aia Logo Aia Logo Aia

Agenda eventi



  27/03/2015 - 29/03/2015

Luogo: Bastia Umbra (Pg)

La 47esima Agriumbria: “al centro dello sviluppo”

La 47esima edizione di Agriumbria (27-28-29 marzo 2015 – Quartiere fieristico di Bastia Umbra, in provincia di Perugia) – si legge in un comunicato stampa di Umbriafiere s.p.a.  - apre la prossima stagione delle manifestazioni fieristiche in anteprima all’appuntamento mondiale di Milano “Expo 2015 ” il cui tema conduttore è “Nutrire il pianeta, energia per la vita”. Un’occasione per Agriumbria 2015 – prosegue la nota - non solo per riaffermare la valenza della propria formula fieristica articolata in un’ampia e diversificata esposizione merceologica, ma anche come opportunità per valutare i punti che penalizzano il sistema agricolo, zootecnico e alimentare. “Gli indirizzi politico-economici contenuti nella riforma della Pac 2014-2020 – fa presente il presidente di Umbriafiere s.p.a. , Lazzaro Bogliari – comportano, in parte, una ridisegnazione dei modelli di sviluppo in agricoltura e nell’agro-alimentare, e pertanto auspico che Agriumbria 2015, come è avvenuto per le precedenti edizioni, possa mantenere il ruolo fieristico di proporre soluzioni tecnologiche ed economiche che possano esser trasferite nelle differenti realtà agricole territoriali con prospettive di fattibilità”. Le mostre zootecniche nazionali e interregionali, l’innovativa esposizione di mezzi meccanici e di impiantistica agro-industriale ed i saloni specializzati Oleatec (olivicoltura, elaiotecnica), Enotec (viticoltura e enologia), Bancotec (industria alimentare), oltre agli stand riservati al comparto delle eccellenze agroalimentari, consentono di progettare e realizzare, da parte degli operatori economici ed in primis  degli agricoltori, modelli di filiere corte o lunghe adottando modelli versatili e flessibili a seconda delle dimensioni dell’organizzazione produttiva di una o più aziende associate. Sviluppo, sicurezza e sostenibilità ambientale rappresentano il filo conduttore delle tre giornate fieristiche nel corso delle quali operatori economici, imprese agricole ed istituzioni pubbliche metteranno a confronto esperienze dei settori agricolo, zootecnico e alimentare: confronto necessario per affrontare i punti critici dei differenti sistemi produttivi, e nel contempo per definire presupposti e requisiti tecnici, economici e qualitativi per valorizzare le potenzialità imprenditoriali delle aziende agricole. “Un’aspettativa – sottolinea il presidente Bogliari – che auspico possa trovare adeguate risposte e conferme nell’edizione 2015 di Agriumbria, mostra fieristica nazionale che nel corso di decenni, pur mantenendo la sua originaria identità di festa dell’agricoltura, si propone di interpretare le effettive esigenze delle imprese agricole”. 

Diversificazione dei contenuti

La diversificazione dei contenuti tematici – continua il messaggio di Umbriafiere s.p.a.  - , le cui intersettorialità e interdisciplinarietà forniscono un quadro organico del livello tecnologico raggiunto nei differenti settori merceologici, fa parte dell’identità di Agriumbria, Mostra Nazionale dell’Agricoltura, Zootecnia e Alimentazione che nel corso delle decennali edizioni ha consolidato il ruolo di polo fieristico specializzato in modelli di filiera agroalimentari ed agroindustriali, oltre che di gestione delle aziende agricole che meglio rispondono ai requisiti strutturali e economici richiesti per rendere dinamica e competitiva una organizzazione della produzione agricola e zootecnica in realtà territoriali nelle quali la multifunzionalità dell’attività agricola è prevalente. La fase di recessione economica e i punti critici che permangono nella conduzione delle imprese agricole – sottolinea il presidente Bogliari – richiedono soluzioni globali in grado di definire modelli organizzativi di sviluppo che consentano di ottimizzare le misure finanziarie previste dalla Pac 2014-2020 e dai Psr. L’appuntamento di Agriumbria – conclude il comunicato stampa di Umbriafiere s.p.a.  - diventa quindi l’opportunità per delineare soluzioni gestionali delle imprese agricole e agroalimentari per superare l’attuale stato di precarietà, tenuto conto dell’innovazione raggiunta nei mezzi tecnici per l’agricoltura, l’elevata selezione genealogica degli allevamenti zootecnici e la tecnologia adottata nelle filiere agroalimentari che nelle tre giornate fieristiche rappresenteranno ancora una volta una qualificata base di riferimento per progettare e realizzare modelli di organizzazione della produzione. Un’edizione di Agriumbria 2015 che si preannuncia come momento fieristico che nella sua articolazione di momenti espositivi, convegnistici e divulgativi rappresenta un’opportunità per interpretare le aspettative e le esigenze dell’imprenditoria agricola non solo sul piano politico organizzativo, mediante confronti e dibattiti tra istituzioni pubbliche ed organizzazioni professionali, ma anche, e soprattutto, attraverso convegni tecnico scientifici con il coinvolgimento di Università e Istituti di ricerca. A tale proposito, l’Università degli Studi di Perugia organizzerà alcuni eventi su “Innovazione tecnologica per una agricoltura sostenibile” e sulla “Filiera zootecnica”. Gli eventi si inseriscono nell’ambito di un ampio progetto dell’Ateneo umbro collegato a Expo  2015 che vede coinvolti tutti i Dipartimenti dell’Ateneo perugino, anche in collaborazione con altri enti pubblici e privati. Informazioni: Ufficio stampa Umbriafiere s.p.a., tel. 075.8004005.