Lingua: Italiano English


Home page Aia Home page Aia
Logo Aia Logo Aia Logo Aia

Agenda eventi



  17/01/2014 - 19/01/2014

Luogo: Gonzaga (Mn)

Al Bovimac vetrina della zootecnia mantovana


Bovimac , che ha come evento “clou ” la 21ª Mostra bovina d’inverno, oltre alla 18ª Rassegna padana delle macchine e attrezzature per l’agricoltura e la zootecnia, è in programma da venerdì 17 a domenica 19 gennaio 2014 a Gonzaga (Mn). La Mostra bovina d’inverno, seppure a carattere provinciale, porterà sul ring alcuni degli esemplari della selezione genetica italiana. Sono 20 gli allevatori che parteciperanno alla competizione, per un totale di 90 capi iscritti (+50% rispetto all’edizione precedente). Sabato 18 gennaio è prevista la sistemazione degli animali e, dalle ore 9.30, la gara di giudizio fra gli Istituti Tecnici Agrari. Domenica 19, dalle ore 9, si terrà invece la gara provinciale bovina d’inverno. Sempre nella mattinata di domenica verrà consegnato, al termine della Mostra bovina d’inverno, il Premio speciale “Guido Errera”, dedicato all’allevatore di San Cataldo scomparso l’11 dicembre 2011, che fu tra i fondatori dell’Associazione mantovana allevatori. Il riconoscimento è assegnato all’allevatore che porta in mostra la bovina con la miglior mammella. L’albo d’oro ha visto, negli ultimi anni, la vittoria dell’azienda agricola Sant’Antonio di Fabio e Gianni Piva di Casalmoro (2012), mentre l’anno successivo vinse un animale dell’allevamento di Alberto, Omero e Vittore Zilocchi di Pegognaga.

Numeri in crescita per l’Ama

È in costante crescita il numero di capi controllati dall’Associazione mantovana allevatori. Gli ultimi dati disponibili, al 30 settembre 2013, segnalano un aumento di 4mila unità. Sono circa 115mila, dunque, le vacche controllate in selezione dall’Ama, una delle realtà associative più importanti della galassia del sistema Aia. “Il trend conferma che le attività di controllo, di selezione e, anche, di assistenza tecnica agli allevatori sono ritenute dai produttori come elemento determinante per migliorare la qualità e i parametri in stalla”, afferma il presidente dell’Associazione mantovana allevatori, Alberto Gandolfi. Numeri di grande soddisfazione, che contribuiscono a mantenere l’Apa di Mantova su grandi livelli in chiave nazionale. E non soltanto con riferimento alla zootecnia da latte. A rappresentare la suinicoltura all’interno di Anas (Associazione nazionale allevatori suini), sono stati eletti due mantovani: Thomas Ronconi, vicepresidente, e Alberto Gandolfi, su mandato dell’Associazione italiana allevatori.

Il mercato del latte

Positive anche le previsioni sul prezzo del latte, alla vigilia del rinnovo del contratto interprofessionale, in scadenza a fine gennaio. “A livello mondiale le tendenze indicano nella Cina un importante player di mercato - osserva Gandolfi, che è anche vicepresidente dell’Associazione nazionale degli allevatori di Frisona italiana (Anafi) – in grado di assorbire notevoli quantità di latte e di polvere e, di conseguenza, di mantenere elevati i listini”.

Convegno Apima

Apima Mantova porta come sempre temi molto caldi al Bovimac : domenica 19 gennaio, alle ore 10, nella nuova sala convegni del polo fieristico di Gonzaga, interverrà Gian Paolo Tosoni, commercialista, pubblicista del Sole-24 Ore , fra i più noti esperti di fiscalità in agricoltura a livello italiano. “Anche questa volta – dichiara il presidente Marco Speziali – Apima chiederà a Gian Paolo Tosoni di toccare i temi di attualità, come la fiscalità comunale degli immobili e le novità introdotte dalla legge di stabilità. Uno specialista come Tosoni sarà quanto mai necessario, visto che ad oggi molti aspetti dei nuovi provvedimenti fiscali sono poco chiari”. Il convegno è aperto a tutti e abbraccerà, come detto, anche la fiscalità comunale, quindi non si rivolge soltanto al mondo dell’agricoltura.
 
Meccanizzazione agricola

Un’analisi condotta da Nomisma e presentata lo scorso ottobre a Bari ha evidenziato che gli agromeccanici hanno coperto quasi 4 milioni di giornate nelle aziende agricole, tanto che appena il 28% delle imprese ha effettuato acquisti di macchine (nuove e usate) negli ultimi 5 anni. Il ruolo delle imprese agromeccaniche è strategico sul piano della sostenibilità: ambientale, economica, sociale, ma anche con riferimento alla sicurezza sul lavoro. “Presto molte aziende si renderanno conto che farsi interpreti di un’agricoltura più verde porta con sé, nel medio periodo, una serie di vantaggi anche dal punto di vista dei bilanci aziendali”, afferma il direttore di Apima Mantova, Sandro Cappellini. E la sfida dell’innovazione, inevitabilmente, coinvolgendo anche l’organizzazione aziendale, non potrà che far leva prioritariamente sulla risorsa del contoterzismo agrario. Informazioni: Matteo Bernardelli - Ufficio stampa Ama, mob.: +39 338 5071198 – http://twitter.com/GeorgicheJack .