Lingua: Italiano English


Home page Aia Home page Aia
Logo Aia Logo Aia Logo Aia

Agenda eventi



  22/10/2015

Luogo: Firenze (Fi)

Giornata di Studio ai Georgofili
Presso l’Accademia dei Georgofili (Firenze – Logge Uffizi Corti), giovedì 22 ottobre 2015, a partire dalle ore 15, si terrà la Giornata di Studio su “Agricoltura, Genomica e Prevenzione dei Tumori “. Presiedono i lavori del Convegno: Leonardo Santi e Donato Matassino. Per il programma completo vedere il pdf sottostante. Dalla presentazione predisposta dagli organizzatori, alcune considerazioni: le stime a 20 anni della mortalità per cancro nel mondo sono purtroppo destinate a crescere. Parallelamente il crescente impatto economico del fenomeno, tra costi diretti e indiretti, rischia di diventare insostenibile anche per Paesi a reddito medio-alto. Paradossalmente proprio i grandi progressi dell’oncologia, la disponibilità di nuovi farmaci che consentono significativi aumenti delle sopravvivenze ma ad altissimo costo, rischiano di approfondire le disuguaglianze sociali e di escludere milioni di persone da trattamenti potenzialmente risolutivi. In questo quadro l’attenzione delle politiche sanitarie di molti Stati si sta concentrando sempre di più sulla ricerca traslazionale e sulla prevenzione primaria. Grazie anche al fatto che le informazioni sul ruolo della genetica nella genesi del cancro sono cresciute in modo formidabile in pochi decenni: dalla scoperta degli oncogeni negli anni Ottanta al progetto Genoma  di fine millennio per arrivare alle odierne nozioni di epigenetica. Ma siamo ancora lontani dall’avere un quadro completo delle alterazioni dei geni e della modulazione della loro attività nelle cellule del cancro. Al riguardo l’interazione ambiente–geni sta divenendo un terreno di studi sempre più fertile. I fattori ambientali, tra essi in primo piano gli inquinanti e la dieta, possono causare cambiamenti nella miscela di modificazioni epigenetiche e modificare di conseguenza cellule e tessuti. Modifiche che potrebbero favorire la genesi del cancro ma che potrebbero parimenti impedirla, ritardarla o determinarne una regressione. Ebbene, l’Agricoltura, che condiziona massicciamente a livello planetario l’ambiente in cui viviamo e le cose di cui ci nutriamo, può senza dubbio apportare un determinante contributo a questa entusiasmante prospettiva. Obiettivo del Convegno è portare ad una discussione su come strategie produttive, strategie alimentari e stili di vita possano contribuire alla prevenzione del cancro alla luce delle crescenti conoscenze sulla genetica dell’uomo degli animali e delle piante. Battere il cancro è un’impresa troppo grande per non richiedere il superamento di ogni steccato dottrinale e il contributo di tutte le conoscenze. Informazioni: www.georgofili.it .



ProgrammaConvegno