Lingua: Italiano English


Home page Aia Home page Aia
Logo Aia Logo Aia Logo Aia

Agenda eventi



  18/05/2015

Luogo: Padova (Pd)

I suinicoltori del Veneto riuniti per trovare una soluzione per l’etichettatura
“Da tempo il settore suinicolo italiano è in forte crisi, complice la carne estera, che arriva sulle tavole venete e condiziona pesantemente il prezzo del prodotto finale confondendosi con il prodotto locale, in mancanza di un’etichettatura completa”. Con queste parole – si legge in un comunicato stampa dell’Arav - il presidente dell’Associazione regionale allevatori del Veneto, Floriano De Franceschi, presenta i contenuti dell’incontro che avrà per tema l’etichettatura della carne suina, in programma oggi, lunedì 18 maggio 2015, alle ore 20.30 nella sala riunioni di Arav in Corso Australia n. 67/A a Padova. “Nel corso della serata – sottolinea il presidente Floriano De Franceschi – con il contributo di autorevoli esperti vedremo di fare chiarezza sulla crisi del settore suinicolo. Una crisi che non è soltanto economica, ed i cui effetti sono sotto gli occhi di tutti, ma anche identitaria, in quanto la carne suina rappresenta una tipicità di grande valore. Tutto ciò va salvaguardato con un’etichettatura chiara ed esaustiva”. La gravità della questione si può comprendere considerando che a fronte di 12 milioni di suini nati ed allevati in Italia, dall’estero arrivano circa 60 milioni di cosce fresche e/o congelate, che sfruttano il brand  Italia. Dopo il saluto del presidente di Arav De Franceschi, la serata, moderata dal direttore di Arav, Adriano Toffoli, proseguirà con gli interventi di: Rolando Manfredini, responsabile Sicurezza alimentare Coldiretti (“Regolamento Ce 1169/2011 sull’informazione al consumatore e regolamento attuativo etichettatura carni fresche suine ”), Pier Luigi Perissinotto, responsabile posizione organizzativa vigilanza sistemi di controllo e qualità delle produzioni agroalimentari - Regione Veneto (“La Regione Veneto e le novità sulle normative inerenti l’etichettatura delle carni suine ed attività di controllo ”), Maurizio Gallo, direttore Anas (“Distintività e valorizzazione dell’origine della suinicoltura italiana “). Informazioni: Ufficio stampa Arav, Matteo Crestani, tel. 3472771773 – ufficio stampa@gmail.com .