Lingua: Italiano English


Home page Aia Home page Aia
Logo Aia Logo Aia Logo Aia

Agenda eventi



  27/04/2012

Luogo: Cuneo

Inaugurazione laboratorio Compral
Conto alla rovescia per l’inaugurazione del Laboratorio Compral di sezionamento e porzionature dedicato alla razza bovina Piemontese. L’appuntamento è per venerdì 27 aprile alle 18, con l’intervento delle autorità e dei rappresentanti del mondo agricolo e delle categorie economiche. La struttura sorge all’interno del Miac, alle porte di Cuneo, in prossimità dell’ingresso all’autostrada A33, dove sta prendendo forma il Polo agroalimentare. Qui c’era stata un’anteprima alla fine dell’agosto scorso, con una visita al Laboratorio in via di ultimazione durante la Grande Fiera d’estate. L’iniziativa, spiegano all’Apa di Cuneo, rappresenta una risposta imprenditoriale alla domanda di sviluppo commerciale del comparto zootecnico, rendendo sempre più protagonisti gli allevatori. L’obiettivo è dichiarato: carne d’eccellenza al giusto prezzo, sulla base di un’avanzata organizzazione dell’offerta che ha impegnato a fondo in questi anni il sistema allevatoriale. In questa struttura, progettata e realizzata con tecnologie di avanguardia su un’area di 1.600 metri quadri, verranno lavorate da personale specializzato le mezzene destinate alle macellerie e ai banchi del fresco della grande distribuzione. Accanto ai locali per il ricevimento e lo stoccaggio delle mezzene – fornite dai soci della cooperativa Compral e certificate in collaborazione con il consorzio di tutela Coalvi - sorgono per il momento due linee produttive. La prima è dedicata al disosso e alla produzione dei tagli; la seconda alla porzionatura e confezionamento in atmosfera modificata. Trattandosi di un work in progress, più avanti il Laboratorio si arricchirà di una terza linea chiamata Gastronomia, per l’elaborazione di specialità tipiche. A completamento dell’opera, il complesso ospiterà un innovativo spaccio di vendita al pubblico, con macelleria griffata razza Piemontese. Il laboratorio Compral, sostenuto dalla Regione Piemonte ma finanziato in buona parte dagli stessi allevatori soci per un investimento complessivo di 3 milioni di euro, accorcia la filiera della carne, avvicinando i produttori al mercato e ai consumatori. Altro obiettivo importante è la valorizzazione della carne Piemontese, coniugando il discorso della qualità con i quantitativi necessari per fare efficienza e contenere i costi.