Lingua: Italiano English


Home page Aia Home page Aia
Logo Aia

Agenda eventi



  20/05/2012

Luogo: Roaschia (Cn)

Passerella di ovini nel cuneese
Domenica 20 maggio il piccolo Comune di Roaschia ospita la Mostra interprovinciale della pecora frabosana-roaschina, giunta quest’anno alla diciannovesima edizione. Saranno 220 i capi presenti alla rassegna, portati da 25 allevatori, tutti iscritti al Registro anagrafico gestito dall’Apa di Cuneo. In mattinata la sfilata degli ovini campioni, che saranno valutati da una giuria composta da Marco Basso, Antonio Brignone e Diego Ricca. Oltre  ai capi singoli, verrà premiato il “gruppo” più omogeneo e meglio preparato. In concomitanza saranno illustrate le attività del Consorzio per il recupero e la valorizzazione di questa razza autoctona, che per la sua rusticità ben si adatta ai terreni marginali di montagna. Fino ad alcuni decenni fa era la razza ovina da latte più allevata in Piemonte. Simile alla brigasca presente nei territori confinanti della Liguria e della Provenza, attualmente la frabosana-roaschina è distribuita nella cerchia alpina che va dall’alta val Tanaro alle valli Pesio, Gesso e Vermenagna, con enclave nelle valli del Monviso e nella torinese val Pellice. La consistenza stimata è ora di 6-7 mila capi, di cui circa 4.500 iscritti al Registro anagrafico. L'attitudine della razza è la produzione di latte che varia da 80 a 200 litri per una lattazione di 150-180 giorni. Il latte prodotto viene trasformato in formaggio puro (Sola, Saras) o miscelato al latte vaccino (Raschera, Castelmagno, Toma, Seiras del Fen). La produzione di carne è invece orientata verso l'agnello allattato dalla madre del peso di 12-15 kg, la prolificità è di 1,1-1,3 agnelli per parto. La lana è utilizzata per materassi e tappeti.