Lingua: Italiano English


Home page Aia Home page Aia
Logo Aia Logo Aia Logo Aia

Agenda eventi



  29/04/2017 - 30/04/2017

Luogo: Edolo (Bs)

Torna la rassegna dei brunisti in Valle Camonica

Si rinnova – informa un comunicato stampa dell’Aipa (Associazione Interprovinciale Allevatori di Brescia e Bergamo) - l’appuntamento con la Mostra Regionale dei Bovini di Razza Bruna: rientrata lo scorso anno nel calendario delle Giornate Zootecniche di Edolo  dopo un breve periodo di assenza, la manifestazione è in programma al Centro Servizi per l’Agricoltura e la Zootecnia di Edolo (Bs) per il 29 e 30 aprile 2017 con l’organizzazione dell’Associazione Interprovinciale Allevatori di Brescia e Bergamo ed il sostegno del Comune di Edolo oltre che della Comunità Montana di Valle Camonica. Il programma prevede nella giornata di sabato l’esposizione delle circa 80 vacche in lattazione iscritte alla mostra e provenienti dalle province di Brescia, Bergamo, Sondrio, Como e Lecco; nella giornata di domenica si terrà la mostra vera e propria con inizio alle 9.30 per le valutazioni delle varie categorie ed a seguire le finali. Le premiazioni sono previste per le 15, alle 16 la chiusura della manifestazione. “La Rassegna rappresenta una grande opportunità per dare voce agli allevamenti lombardi di montagna – afferma il presidente Aipa Germano Pè (nella foto – ndr. ) - .  L’obiettivo è sostanzialmente quello di sostenere un settore importante non solo per l’economia ma anche per il tessuto sociale di queste zone: occorre lavorare per dare al comparto una prospettiva per il futuro e scongiurare quindi il rischio abbandono in aree dove la zootecnia ha un ruolo di presidio fondamentale per prevenire i pericolosi fenomeni di erosione e dissesto del territorio, Con benefici che ricadono su tutta la comunità”. Al centro della mostra quella che a tutti gli effetti viene considerata come la razza bovina regina dell’Arco Alpino, nota per le spiccate doti di caseificazione del suo latte, oltre che per le caratteristiche di resistenza, robustezza e longevità. Il supporto tecnico del sistema allevatoriale ha consentito di raggiungere livelli d’avanguardia nella genetica della Bruna Made In Italy , confermato peraltro dai dati sull’esportazione in tutto il mondo di materiale seminale dei riproduttori nazionali. “Ma i successi della Bruna possono essere anche produttivi ed economici – sottolinea Pè - . Sono molti per esempio i formaggi tipici provenienti da tutto il territorio italiano certificati dal consorzio Disolabruna, che garantisce la lavorazione esclusiva con latte proveniente da questa razza: un’iniziativa questa che consente agli allevatori di fare rete e mettersi in sinergia, offrendo al consumatore la certezza di un prodotto di eccellenza e 100% Made in Italy ” . Informazioni: Ufficio Stampa Aipa Brescia e Bergamo - Andrizzi.Info; claudio@andrizzi.info .