Iscriviti al sito ! Da oggi potrai ricevere le Newsletter tecniche di A.I.A.
Vai all'iscrizione
Lingua: Italiano English


Home page Aia Home page Aia
Logo Aia Logo Aia Logo Aia

Agenda eventi



  21/03/2013

Luogo: Ferrara (Fe)

"Scarti e sottoprodotti in impianti di biogas: opportunità e rischi"
Agroenergia propone un corso di formazione dal titolo: “Scarti e sottoprodotti in impianti di biogas: opportunità e rischi” che ha lo scopo di approfondire sia la gestione legale ed amministrativa dei sottoprodotti, sia quella biologica. L’incontro, che si terrà il 21 marzo a Ferrara nella sala dei Comuni del Castello Estense, dalle ore 10 alle 17, sarà diviso in due parti: I parte - Gestione biologica a cura della dott.ssa Giuliana D’Imporzano (Gruppo Ricicla, DiSAA-Dipartimento di Scienze Agrarie e Ambientali), 1. - Parametri biologici da monitorare in un digestore, 2. - Tipologie di sottoprodotti, 3 - Produttività e criticità; II parte - Gestione legale e amministrativa a cura dell’avv. Tommaso Ferrario (Studio Carnelutti), 1. - La definizione di biomassa secondo il D.lgs. 387/2003 nel rispetto della normativa comunitaria; 2. - La diversa definizione di biomassa secondo il D.lgs. 152/2006 (codice dell’ambiente), 3. - Diverso ambito di applicazione di tali definizioni (riconducibilità delle biomasse alle “fonti rinnovabili” contro tutela dell’aria e riduzione delle emissioni in atmosfera), 4. - La rilevanza della qualifica di “rifiuto” di una determinata sostanza per la relativa qualificazione in termini di “fonte rinnovabile”, 5. - La giurisprudenza più rilevante e la normativa comunitaria; 6. - Considerazioni finali su pollina e sottoprodotti ortofrutticoli, recependo i princìpi precedentemente messi in luce. Il corso si rivolge a: imprenditori agricoli, conduttori e gestori di impianti di biogas, energy manager, impiantisti, biologi, chimici, agronomi. Durante l’incontro sarà fornita una chiavetta Usb contenente tutto il materiale didattico e in seguito verrà rilasciato un attestato di partecipazione. Per informazioni: www.agronenergia.eu.