Lingua: Italiano English


Home page Aia Home page Aia
Logo Aia

  14/05/2021
“Sala stampa”: zootecnia, agricoltura e cibo su quotidiani, periodici, web ed agenzie – a cura di Camillo Mammarella

Bassi prezzi del latte alla stalla e flessione nella vendita di carne non fanno quadrare i conti ai bovinicoltori piemontesi – Si va verso la riapertura della ristorazione, ma i conti per gli allevatori non tornano, a causa dei lunghi mesi di chiusura di ristoranti e mense: il quotidiano piemontese “La Stampa “ (edizione Novara-Vco) di oggi, venerdì 14 maggio 2021, a pagina 37, in un articolo a firma Marcello Giordani titolato “Gli allevatori chiedono più sostegno. ‘I costi restano, i guadagni calano’ “ fa il punto della situazione dopo più di un anno di “serrata” causata dalla pandemia. Vediamo come inizia il pezzo: “Prezzo del latte alla stalla troppo basso e forti flessioni delle vendite della carne a causa delle chiusure di ristoranti e mense. Sono i due problemi che pesano sull’allevamento, un settore che nel Novarese ha numeri importanti: 301 imprese con 25.192 capi bovini. Si va dalle microaziende con una manciata di capi da latte che riforniscono il mercato caseario, in particolare i produttori del gorgonzola, 10 mila quelli da carne, in maggioranza di razza piemontese. Un settore che conta oltre un migliaio di addetti e che sta uscendo da una fase complicata. Il primo problema, che si trascina almeno da sei anni, è quello del prezzo del latte pagato agli allevatori, che va dai 35 ai 38 centesimi al litro, in un mercato mutevole” . L’articolo, poi, riporta i commenti degli esponenti delle principali organizzazioni professionali agricole locali e di Stefano Simonotti, allevatore di bovini da carne di Paruzzaro, che conferma il momento di grande crisi per la bovinicoltura piemontese.

L’emergenza sanitaria da Covid-19 ha inasprito una situazione che può definirsi “strutturale” nel settore primario – Per ogni euro di spesa nel carrello delle famiglie italiane solo 15 centesimi vanno agli agricoltori: questa è la spietata realtà, in vero non una novità per il nostro settore primario ma l’emergenza da Covid-19 non ha fatto altro che inasprire e far emergere questo pesante squilibrio. Di positivo - come sottolinea il presidente dei coltivatori diretti varesini, Fernando Fiori – c’è che è stata finalmente recepita la Direttiva europea contro le pratiche commerciali sleali nei rapporti tra imprese nelle filiere agricole ed alimentari e questo potrebbe far pendere un po' l’ago della bilancia verso la parte della produzione primaria. Il concetto è ribadito oggi, venerdì 14 maggio 2021, a pagina 13 del quotidiano lombardo “La Prealpina “ che titola “Beffa sulla spesa alimentare. ‘Agli agricoltori le briciole’ “. Del problema di una più equa distribuzione del valore lungo la filiera, quindi, ci si dovrà far carico anche nella fase, si spera prossima, della auspicata “ripartenza”.

La presenza dei grandi carnivori in provincia di Sondrio e nella zona del Primiero è ormai fuori controllo – Tormento infinito quello degli attacchi da lupo anche nella montagna, nell’arco alpino che va dalla Lombardia al Trentino Alto Adige. E mentre nella provincia di Sondrio ci si affanna alla ricerca di soluzioni per salvaguardare le razze ovine dei pastori locali a rischio di estinzione, quali la Ciuta, o le capre come la Orobica e la Frisa valtellinese (vedere articolo di oggi, venerdì 14 maggio 2021, a firma Elisabetta Del Curto a pagina 18 del quotidiano “La Provincia di Sondrio “) proponendo di riunire gli animali in gruppi più grandi, dal Trentino Alto Adige, in particolare dalla zona del Primiero, traspare tutta l’esasperazione degli allevatori del posto, che denunciano ben tre attacchi di lupi in una settimana. Pastori e malgari, quindi, sotto stress  dovendo lavorare nella paura, come riporta il quotidiano “l’Adige “ a pagina 23 di oggi, in un articolo che da’ voce a Gianluca Barbacovi, presidente dei coltivatori diretti del Trentino Alto Adige.


 


Progetto LEO

ProgettoLEO

Adempimenti ai sensi della legge n. 124/2017
Finanziamenti

Adempimenti ai sensi della legge n. 124/2017
Finanziamenti

"Agra Press" intervista il Presidente A.I.A.

"Agra Press" intervista il Presidente A.I.A.