Iscriviti al sito ! Da oggi potrai ricevere le Newsletter tecniche di A.I.A.
Vai all'iscrizione
Lingua: Italiano English


Home page Aia Home page Aia
Logo Aia Logo Aia Logo Aia

l'Allevatore magazine



Editoriale

"Non si scherza sulle origini"

Lo so. Non si dovrebbe mai fare un giro su internet a caccia di made in Italy tarocco, perché bastano 10 minuti di navigazione mirata per “portare a casa” una serie di prodotti degni della fantasia del più malato degli alchimisti. Ma ogni tanto questo esercizio fa bene per tener viva nella mente l’importanza di non abbassare mai la guardia perché la distintività italica è il nostro unico vero tesoro nazionale.

L’ultimo episodio riguarda una “sedicente” salsa alla carbonara prodotta in Canada che riportava una bella immagine di Parmigiano Reggiano in etichetta, peccato che il formaggio non comparisse fra gli ingredienti, motivo per il quale il Consorzio di tutela è riuscito a chiederne il ritiro dal mercato.

Ma vorrei anche parlarvi di una mozzarella prodotta in Sri Lanka che a parte il nome sulla confezione nulla aveva in comune con la mozzarella vera. O dell’inquietante “Parmesan” con caratteri cirillici, prodotto in Lituania per il mercato russo, che dalla forma ricorda un pecorino. Non mi soffermo sul “Bovizola” croato o sull’ormai celeberrimo “pecorino friulano” 100% made in Canada che meriterebbe una Crociata Oltreoceano. E per pudore non mi soffermo sui pecorini rumeni che entrano in Italia ogni giorno, che per miracolo diventano tricolori appena superato il confine perché diventerei noioso e ripetitivo. Né parlerò di quelle mozzarelle 100% italiane che bucano i banchi dei supermercati a 3 euro/kg e che non sarebbero lì se il casaro avesse dovuto utilizzare vero latte.

Ecco perché spero con tutte le mie forze che il decreto sull’etichettatura di origine obbligatoria esca integro al vaglio di Bruxelles, perchè si sgretolerebbe quel castello di menzogne sul quale l’industria prospera a vantaggio del prodotto italiano di qualità. Quello che il tricolore lo porta davvero dentro.