Iscriviti al sito ! Da oggi potrai ricevere le Newsletter tecniche di A.I.A.
Vai all'iscrizione
Lingua: Italiano English


Home page Aia Home page Aia
Logo Aia Logo Aia Logo Aia

Area attività economiche



Il servizio “Forfait e servizi a enti terzi” svolge molteplici attività che riguardano attività di carattere economico, di controllo, vigilanza, formazione e sperimentazione.
Si riassumono di seguito alcune delle più importanti attività svolte dal Servizio:

Forfait

Per individuare le modalità di revisione del sistema della selezione in Italia, contestualmente al programma annuale dei controlli funzionali è stato approvato con D.M. n. 23026 del 20 luglio 2004 un documento preliminare denominato ”Accordo Mipaaf-Regioni per tracciare gli indirizzi politici del sistema della selezione animale”, nel quale sono definiti alcuni princìpi generali che sono stati dettagliatamente richiamati anche nel programma 2006 e successive modificazioni. L’Aia anche in considerazione di quanto previsto dal “Programma dei controlli funzionali svolti dalle Associazioni provinciali allevatori per ogni specie, razza o tipo genetico” ha provveduto a predisporre un programma di lavori che prevede la fornitura al ministero delle Politiche agricole, ed agli assessorati Agricoltura regionali di tutti gli elementi ed i dati richiesti per la gestione e l’aggiornamento del modello di finanziamento forfetario e all’assistenza alle Associazioni provinciali allevatori nella gestione dei programmi presentati alle Regioni secondo le procedure ad oggi vigenti, e nel contempo di operare al fine di fornire tutta la collaborazione necessaria per la realizzazione del nuovo impianto del “sistema Forfait”.

Premi Pac

L’articolo 69 del Reg. Ce 1782/2003 offre agli Stati membri uno strumento per identificare e sostenere specifiche condizioni produttive che rispondano ad obiettivi strategici di miglioramento della qualità e della commercializzazione di specifici prodotti o comparti, per i quali la normativa sui prodotti di qualità non risulta particolarmente efficace. Il sistema allevatori, collabora con l’Agea per l’applicazione dei Regolamenti Ce 1254/99 e del DM del 2-05-2000 per il riconoscimento dei premi supplementari per le vacche e le giovenche iscritte ai libri genealogici da carne appartenenti ad allevamenti iscritti agli stessi libri genealogici.

Controllo macelli

In Italia i controlli sulla classificazione sono di competenza degli Assessorati regionali agricoltura. La Legislazione Europea stabilisce che devono essere effettuati almeno due controlli trimestrali in ciascun macello autorizzato in cui vengano macellati più di 75 bovini adulti la settimana e in cui operi regolarmente più di un classificatore, e un controllo all’anno per i macelli che effettuano meno di 75 capi. Nell’ambito di questa attività l’Aia effettua per conto di alcune Regioni le attività di ispezione e controllo previste dalla Normativa Comunitaria. Regione Veneto : I tecnici dell’Aia nel corso del 2009 al 31/12/2009 hanno effettuato 195 ispezioni presso le 49 strutture di macellazione operanti in Veneto e abilitate alla classificazione, effettuando verifiche su oltre 6.290 carcasse. Gli esiti delle ispezioni come previsto dalla convenzione con la Regione Veneto-Avepa, sono stati ufficializzati e i verbali consegnati ai funzionari regionali. Regione Lombardia : I controlli effettuati da Aia nel corso del 2009 al 31/12/2009 hanno effettuato 188 ispezioni presso le 42 strutture di macellazione su oltre 5.513 carcasse. Gli esiti delle ispezioni come previsto dalla convenzione con la Regione Lombardia-Ersaf, sono stati ufficializzati e i verbali consegnati ai funzionari regionali. Regione Friuli Venezia Giulia : Nella Regione Friuli sono state effettuate 13 ispezioni nei 7 stabilimenti (esenti dalla classificazione) presenti sul territorio.

Ismea

L’Aia fin dal 2002 collabora con l’Ismea per la realizzazione di servizi informativi di base a supporto dei processi produttivi e commerciali delle imprese agroalimentari. La collaborazione verte nel tenere costantemente attivo il sistema di rilevazione Ismea che, così come organizzato, consente di monitorare in modo costante e dettagliato tutti i fenomeni significativi in atto nel mercato agroalimentare ed in particolare il settore zootecnico. Per la rilevazione dei prezzi Aia si avvale di tecnici che operano presso le Apa, soprattutto i controllori zootecnici, che oltre ad effettuare la raccolta del prezzo, sono in grado di interpretare i fenomeni che si verificano sui mercati, valutando il peso delle diverse variabili che condizionano i comportamenti della domanda e dell’offerta.

Etichettatura delle carni bovine–Disciplinare Aia IT004ET

Il settore dell’Aia addetto ai servizi per la Sicurezza alimentare è impegnato nell’azione di divulgazione del sistema di tracciabilità ed etichettatura delle carni bovine. Ha avviato nuove filiere produttive gestite a livello locale da alcune associazioni allevatori o da consorzi di allevatori. Ha provveduto al miglioramento e all’aggiornamento della procedura informatica denominata EtiAia che gestisce attraverso il sistema web le informazioni e la documentazione della tracciabilità del prodotto carne lungo la filiera completa.

Corsi formazione

Il Comitato Nazionale Bovini, coordinato dal Mipaaf, provvede come in passato alla organizzazione dei corsi di formazione di tecnici classificatori ed alla realizzazione di specifiche attività di formazione per personale tecnico da attivare presso Uffici dell’Amministrazione statale e delle Regioni. Con Decreto del 3 dicembre 2003 il Mipaaf–Dipartimento delle Politiche di mercato ha stanziato dei fondi per la formazione e aggiornamento di tecnici che operano nell’ambito della Pubblica amministrazione con particolare riguardo a coloro che espletano operazioni di controllo e vigilanza come funzionari delle Regioni, della Repressione frodi e del Corpo forestale dello Stato. Nell’anno 2009 sono stati svolti 2 corsi di cui uno per funzionari pubblici e uno per tecnici segnalati da strutture private; nell’anno 2010 sono stati programmati 3 corsi per tecnici che hanno fatto richiesta al Mipaaf di abilitazione per esercitare l’attività presso i macelli con bollo CE e 4 corsi nel 2011.

Per qualsiasi informazione contattare:

Vincenzo Greco e-mail: forfait@aia.it