Iscriviti al sito ! Da oggi potrai ricevere le Newsletter tecniche di A.I.A.
Vai all'iscrizione
Lingua: Italiano English


Home page Aia Home page Aia
Logo Aia Logo Aia Logo Aia

Salute animale e sicurezza alimentare



L’Ufficio di sanità animale e sicurezza alimentare si occupa di tutti i rapporti e le attività esistenti con il ministero della Salute, in particolare con il Dipartimento per la sanità pubblica veterinaria, la nutrizione e la sicurezza degli alimenti. Sul benessere animale il ministero della Salute ha individuato la necessità di intraprendere una capillare attività di formazione sul territorio nazionale, volta a informare gli allevatori dei contenuti del D.Lgs 146/01 (Direttiva 98/58 CE) relativo alla protezione degli animali negli allevamenti, come previsto dall’art. 2., comma 2. Alla luce di ciò l’Aia e l’Istituto zooprofilattico sperimentale della Lombardia e dell’Emilia-Romagna (Izsler), quale centro di referenza nazionale del benessere animale del ministero della Salute, hanno stipulato una convenzione per l’organizzazione e l’esecuzione del progetto formativo “Corso di formazione sul benessere degli animali da reddito in allevamento”, finanziato dal Ministero stesso. Il ministero della Salute ha voluto stilare con Aia il nuovo Piano nazionale di benessere animale (Pnba). In considerazione dell’importanza della formazione ai fini della corretta gestione degli animali e del rispetto delle norme minime di benessere animale attraverso la loro adeguata conoscenza si ritiene, così come riportato nel PNBA, che gli allevamenti condotti da allevatori che hanno seguito e superato il corso di formazione acquisendo lo specifico attestato rilasciato dall’Associazione italiana allevatori, siano da considerare a minor rischio per il benessere degli animali allevati e di ciò si deve tener conto nella programmazione dei controlli.

Sulla sanità animale, Aia ha condiviso la volontà del ministero della Salute di migliorare la tracciabilità del farmaco veterinario e ha partecipato, insieme alle altre organizzazioni della filiera zootecnica, alle riunioni preparatorie che hanno portato alla stesura e all’emanazione delle nuove linee guida sulla tracciabilità del farmaco veterinario ed al nuovo modello di ricetta veterinaria.

Nella Commissione tecnica mangimi e nei relativi gruppi di lavoro, nel corso del 2009, si è provveduto alla revisione degli aspetti legati ai mangimi contenenti sottoprodotti di origine animale (Reg.1774/2002), ai divieti della somministrazione di costituenti di O.A. ai ruminanti (Reg.999/01), controlli ufficiali (nazionali e importazione) e campionamento. È stata rivista tutta la normativa in materia di additivi per mangimi, alle sostanze indesiderabili e ai contaminanti, così come la normativa in materia di etichettatura dei mangimi (semplici, composti, medicati, dietetici, additivi e premiscele).

Per quanto riguarda la sicurezza alimentare, i quattro manuali di corretta prassi igienica (bovini latte, bovini carne, ovicaprini e cunicoli) validati dal ministero della Salute, sono stati pubblicati sul sito www.salute.gov.it.

Per qualsiasi informazione contattare

Riccardo Negrini e-mail negrini.r@aia.it